Una poesia di Guido Machetto

Proseguo per la cresta,
la vetta non è lontana.

Sale la nebbia, pettina
la parete ed esce come
un’onda dalla punta per
fare un looping nel cielo.

E’ come quei giorni di primavera,
mentre si cammina per
le prime volte dopo la neve,
con i prati e le foglie di
quel verde tenero,
con gli animali che non sono
ancora spaventati;

si cammina nel delicato
equilibrio dei nostri pensieri
e poche volte succede
che un uomo sia così
garbato con la propria anima
“.

Guido Machetto

Alpinista biellese scomparso sulla Tour Ronde

IMG_5707

Ghiacciaio della Brenva su cui si affaccia la Tour Ronde

About author

Roberto Gardino

Sono un insegnante di Educazione Fisica, appassionato di montagna, sempre alla scoperta di nuove mete. Ho fondato, con amici, la Compagnia della Cima. Sono attento all'educazione dei giovani, andando spesso in montagna con gruppi numerosi.

Colle di Gilba (da Sanfront)

L’escursione al Colle di Gilba, alla testata dell’omonimo vallone che si diparte dalla Valle Varaita, è una piacevole camminata che ci porta sul lungo crinale ...