Santuario di Clavalité

  • Destinazione: Santuario di Clavalité
  • Zona alpina: Alpi Pennine [sez. 9]
  • Regione: [IT] Valle d'Aosta
  • Gruppo montuoso: Cervino
  • Valle: Valtournenche
  • Difficoltà: T
  • Data: 29/06/2018
  • Traccia GPX: Non disponibile
  • Partenza: parcheggio di Cheneil
  • Altitudine partenza: 2000
  • Altitudine arrivo: 2530
  • Dislivello: 530
  • Attacco percorso: a destra dell'abitato di Cheneil
  • Esposizione: prevalente est
  • Punti di appoggio:
  • Hotel:
Escursione al Santuario di Clavalité sopra Cheneil in Valtournanche, eretto nel 1980 e dedicato a san Domenico Savio.

Accesso

Dall’abitato di Valtournenche si prende sulla sinistra la deviazione per Cheneil, la strada sale fino al parcheggio posto sotto l’abitato di Cheneil, in località La Barma, a 2000 m (buona capienza del parcheggio).
 

Parcheggio di La Barma visto dall’alto

Itinerario

Dal parcheggio seguire le indicazioni per Cheneil, seguendo la strada posta a destra; ci sono altri due sentieri che salgono alla conca di Cheneil più impegnativi oppure si può prendere l’ascensore inclinato che porta alla conca di Cheneil.

Strada per Cheneil

In una ventina di minuti si arriva all’abitato di Cheneil e prima di scendere, verso il centro sulla destra, c’è una palina segnaletica e lì si svolta a destra per incominciare a salire su sentiero.

Conca di Cheneil

L’abitato di Cheneil, 2088 m, nella foto il piccolo paese è visto salendo alla cappella di Cheneil.
La partenza del sentiero per il Santuario di Clavalité è posta in alto a destra.
Palina con cartello indicatore

Palina con cartello indicatore

Si segue il sentiero che volge a sinistra e si incomincia a risalire, presto si entra nel bosco.
Inizio sentiero

Inizio sentiero

Si continua, prima nel bosco poi su terreno più aperto con bassa vegetazione, fino a un’evidente biforcazione, a sinistra si va verso il Colle del Grand Tournalin (segnavia 30), per il Santuario di Clavalité si volge a destra sul segnavia 31.

Prendere a destra

Si segue il sentiero ben marcato.

Salendo in gruppo

Salendo in gruppo

 
Salendo in gruppo

Salendo in gruppo

Sul percorso di salita si aprono bellissime vedute del Cervino.
 
Bella veduta sul Cervino

Bella veduta sul Cervino

L’ultima parte prima del colle presenta un tratto più impegnativo. Superato quest’ultimo tratto più ripido, si arriva al Colle di Fontana Fredda.
Tratto di salita prima del Colle

Tratto di salita prima del colle

Dopo essere arrivati al colle, si segue la pista da sci (si può anche continuare sul sentiero ma è più impegnativo!) e la si percorre fino all’arrivo dello Ski-Lift e quindi al Santuario di Clavalité.
Dal Colle si vede il Santuario

Dal colle si vede il santuario

Santuario di Clavalité

Santuario di Clavalité

Si giunge al Santuario eretto nel 1980 e dedicato a san Domenico Savio.
Panorama superbo sul Cervino e le Grandes Murailles con la Becca di Guin, sul Monte Roisetta, Grand Tournalin, Falinère (la cima più vicina), sulle cime dall’Emilius alla Tersiva.
Falinere e Gran Tournalein

Falinère e Grand Tournalin

Data la quota non ci sono ripari dal sole.
 
Ritorno
 
Per la stessa strada si ritorna a Cheneil, dove c’è l’albergo Panorama al Bich.
A Cheneil abitò la guida alpina Luigi Carrel detto il Carrellino, che prese parte a sei prime ascensioni sul Cervino, l’ultima il 3 settembre 1953 salendo la cresta Furggen con Italo Muzio e Luigi Maquignaz, quest’ultimo grande figura di sacerdote.
Da Cheneil, se si vuole, si può andare alla Cappella di Cheneil in una decina di minuti scendendo alla conca e andando leggermente a destra.
Chiesetta di Cheneil

Chiesetta di Cheneil

 

About author

Roberto Gardino

Sono un insegnante di Educazione Fisica, appassionato di montagna, sempre alla scoperta di nuove mete. Ho fondato, con amici, la Compagnia della Cima. Sono attento all'educazione dei giovani, andando spesso in montagna con gruppi numerosi.

Monte Meidassa

Ampia e panoramica cima del gruppo del Monviso, il monte Meidassa è una delle svariate mete che si possono raggiungere da Pian del Re. Lasciata ...