Rifugio Crête Sèche

  • Destinazione: Rifugio Crête Sèche
  • Zona alpina: Alpi Pennine [sez. 9]
  • Gruppo montuoso: Gruppo Gelé-Morion [Alpi del Grand Combin]
  • Regione: [IT] Valle d'Aosta
  • Valle: Valpelline
  • Difficoltà: E
  • Data: 19/07/2020
  • Traccia GPX: Non disponibile
  • Partenza: Ruz
  • Altitudine partenza: 1697
  • Altitudine arrivo: 2410
  • Dislivello: 713
  • Attacco percorso: dal parcheggio si segue la strada che attraversa la borgata
  • Esposizione: prevalente ovest
  • Punti di appoggio: Rifugio Crête Sèche

Nella bella Valpelline il Rifugio Crête Sèche, a 2410 m, raggiunto da Ruz, posto nella Comba di Crête Sèche contornata da ardite guglie, è un panoramico balcone sulla valle.

Vista sulla catena del Morion e dell’Aroletta

Accesso

Si percorre l’autostrada e si esce al casello di Aosta Est, si seguono le indicazioni per il Traforo del Gran San Bernardo che in breve conducono ad imboccare la lunga galleria. Poco oltre il termine della galleria si imbocca il bivio a destra, si fa una piccola rotonda, e si segue la strada regionale 28 con indicazione Valpelline e Diga di Place Moulin. Si incontra il comune di Valpelline, dopo si tralascia la deviazione per Ollomont, posta a sinistra, e si prosegue per Bionaz, poi per Oyace e, dopo un’ultima breve salita, si raggiunge il pianoro dove c’è il Lago Lexert.

Poi, prima del capoluogo di Bionaz, si incontra sulla sinistra una deviazione che conduce alla frazione Ruz, dove ci sono parcheggi per auto.

Itinerario

Quindi si attraversa il piccolo abitato continuando sulla strada asfaltata.

Partenza da Ruz

Dalla strada svolta a destra

Non molto oltre si incontra il sentiero numero 2, ben segnato in giallo:  sale a destra e passa davanti a una cappellina.

Sentiero nel bosco di larici

Si continua sul sentiero che interseca spesso la strada e talvolta se ne percorre dei tratti. Più avanti si attraversa una zona rocciosa.

Zona di rocce rotte

Sulla strada si incontra una cascatella.

Cascata

L’ultima parte della salita diventa più erta.

Salita più decisa

Sulla sinistra del sentiero ci sono imponenti paravalanghe.

Paravalanghe

Nel percorso si vedono prima le bandiere poste sulla spianata prima del rifugio,

Tratto finale

che si raggiunge in località Berio du Governo in 2 ore circa,

Rifugio Crête Sèche

il rifugio è del CAI di Aosta

Targa del rifugio

ed è gestito da quest’anno dalla famiglia Barailler, abbiamo trovato un gruppo di giovani. Da segnalare in particolare la buona cucina.

Interno rifugio

Il panorama è molto ampio.

Vista sul Rifugio Crête Sèche

Salendo poco dietro, il rifugio lo si vede dall’alto; in lontananza si impongono La Grivola e il Grand Nomenon.

La Grivola

Bella apertura serale sulla Becca di Luseney: sulla costiera orografica sinistra ci sono lo Château des Dames, la Becca di Guin nelle Grandes Murailles e il Cervino; trovate questi e altri itinerari sul sito.

Becca di Luseney

Sole che tramonta in zona Pointe Duc.

Sole che tramonta

Ritorno

Per la via dell’andata.

Materiali

Da escursionismo.

About author

Roberto Gardino

Sono un insegnante di Educazione Fisica, appassionato di montagna, sempre alla scoperta di nuove mete. Ho fondato, con amici, la Compagnia della Cima. Sono attento all'educazione dei giovani, andando spesso in montagna con gruppi numerosi.

La Vierge

Torrione roccioso vicino al Col Collon coronato da importanti montagne tra cui la Becca d’Oren, l’Évêque, la Punta Kurz e il Mont Brulé questa è ...