Punta delle Traversette

  • Destinazione: Punta delle Traversette
  • Zona alpina: Alpi Cozie [sez. 4]
  • Gruppo montuoso: Gruppo Granero-Frioland [Alpi Cozie meridionali o Alpi del Monviso]
  • Regione: [IT] Piemonte
  • Valle: Valle Po
  • Difficoltà: F
  • Data: 02/07/2019
  • Traccia GPX: Non disponibile
  • Partenza: Pian de Re
  • Altitudine partenza: 2020
  • Altitudine arrivo: 3026
  • Dislivello: 1006
  • Attacco percorso: dal parcheggio di Pian del Re
  • Esposizione: varie
  • Punti di appoggio:

Un dente roccioso che strapiomba sulla Valle Po, punto orografico dato dall’incontro delle creste spartiacque tra le valli  Pellice, Po e Guil: la Punta delle Traversette.

Accesso

In Valle Po, dopo Crissolo, raggiungere Pian del Re fino all’ampio parcheggio custodito.

Itinerario

Dal Pian del Re, dominato dal Monviso e dal suo scudiero il Visolotto, seguire la mulattiera che sale verso nord-ovest per il Colle di Traversette, Buco di Viso. Segnavia GTA e V16.

Pian del Re

Monviso

Sentiero verso il Colle di Traversette

A un certo punto si apre una bella conca, il Pian Armoine o Pian dar Mòine a quota 2410.

Indicazioni

Sono presenti numerosi segnali che facilitano il percorso.

Proseguendo si raggiunge il pietroso Pian Mait di Viso a 2711 m.

Verso il Buco del Viso

La Punta di Traversette  è il culmine della frastagliata cresta rocciosa che sale dal Colle delle Traversette e verso oriente presenta una ardita parete rocciosa.

A destra la casermetta e sopra questa la Punta delle Traversette

La salita porta a una casermetta e quindi si sale su macerato per poi dirigersi a destra su terreno franoso verso il Buco di Viso, di cui diamo alcune notizie storiche.

Il Buco di Viso

Il primo traforo alpino, fatto costruire tra il 1475 e il 1480 dal Marchese di Saluzzo, Ludovico II, per permettere il passaggio alle carovane di muli carichi di sacchi di sale, bene prezioso, ed altri prodotti.

Il Buco di Viso permetteva di accorciare i tempi di passaggio ed evitare pericoli del passaggio dal Colle delle Traversette, linea di separazione tra le Alpi Cozie centrali e meridionali. Questo percorso divenne una rotta commerciale chiamata “via del sale”, vista l’importanza di questa particolare merce.
Nella sua realizzazione, visto il periodo storico, le difficoltà per forare la montagna furono grandi. Si utilizzarono “ferro, fuoco e aceto”, un ingegnoso sistema per vincere la dura roccia con le sole mani.

In pochi anni il Buco di Viso subì la sorte di molte opere costruite per motivi pacifici, diventando via d’accesso per motivi bellici, le truppe transitavano da lì verso l’Italia.  Il sottostante Pian del Re deve il suo nome alla sosta del Re di Francia, durante la guerra del 1700-1714.
Frane e crolli resero nel tempo inagibile la galleria riattivata nel 1973 e nel 1997, grazie ad un accordo  fra il Comune di Crissolo e la Mairie de Ristolas è stato possibile ripristinare nuovamente i 75 metri di galleria ora totalmente percorribile a piedi.

Utile frontale per illuminare il tunnel.

All’entrata del Buco di Viso

All’uscita del Buco di Viso

Buco del Viso

Angelo esce sul versante francese del Buco di Viso innevato

Si prosegue sul sentiero e si perde un po’ di quota fino ad arrivare ad un grosso masso, posto sulla destra del sentiero stesso, con sopra una X gialla.

Svoltare a destra fuori sentiero

Si sale allora decisamente a destra e si giunge ad un canale, talvolta la salita risulta faticosa, fino a giungere in cresta. (Da lì si può scegliere di scendere nel vallone o continuare per cresta come noi abbiamo fatto).

Punta delle Traversette

Verso lo sbocco del canale

In cresta

Si prosegue poi verso destra per cresta o nelle vicinanze, seguendo i vari ometti. 

Verso la Punta delle Traversette

Salita verso destra

Giunti sotto la base della punta breve tratto di arrampicata con un incavo da risalire e si arriva sulla cresta che si rivolge sul lato Valle Po.

Verso la Punta di Traversette

Tratto di arrampicata

Punta delle Traversette

Affacciato sulla Valle Po con vista Monviso

Quindi si prosegue fino alla Punta delle Traversette (ometto sulla punta). Tempo impiegato: ore 3,30.

Punta delle Traversette

Sulla Punta delle Traversette

Bella vista sul Granero, sul Monte Meidassa.

Castello di vetta del Granero

Monte Meidassa

Ritorno

Per la via dell’andata.

Punta delle Traversette

Punta delle Traversette vista scendendo

Materiale: noi avevamo una corda da 30, imbrago, fettucce e casco.

About author

Roberto Gardino

Sono un insegnante di Educazione Fisica, appassionato di montagna, sempre alla scoperta di nuove mete. Ho fondato, con amici, la Compagnia della Cima. Sono attento all'educazione dei giovani, andando spesso in montagna con gruppi numerosi.

Lago Blu

Facile camminata, in discesa, al Lago Blu partendo da Cielo Alto, si può parcheggiare vicino al lago sulla strada. Itinerario Da Cielo Alto, partendo dal ...