Polluce

  • Destinazione: Polluce
  • Zona alpina: Alpi Pennine [sez. 9]
  • Gruppo montuoso: Catena Breithorn-Lyskamm [Alpi del Monte Rosa]
  • Regione: [IT] Valle d'Aosta
  • Valle: Val d'Ayas
  • Difficoltà: PD+
  • Data: 17/08/2018
  • Traccia GPX: Non disponibile
  • Partenza: Saint Jaques
  • Altitudine partenza: 1689
  • Altitudine arrivo: 4091
  • Dislivello: 2402
  • Attacco percorso: di fianco alla chiesa di Saint Jaques
  • Esposizione: sud-ovest in cresta
  • Punti di appoggio: Rifugio Guide Val d'Ayas

Bella piramide con la cima a cupola: il Polluce, 4091 m, presenta tre lati glaciali e uno roccioso, quello salito dalla normale dal Rifugio Guide d’Ayas, versante sud-ovest. Il Polluce e il vicino Castore sono anche chiamati Gemelli, Zwillinge.

Polluce

Accesso

Si percorre l’autostrada verso Aosta, si esce a Verrès e si risale tutta la Valle d’Ayas sino alla frazione di Saint Jacques, dopo Champoluc lì si parcheggia l’auto, se c’è posto nel piazzale.

Itinerario

Si segue la strada asfaltata che passa vicino alla chiesa,

Chiesa di Saint Jaques

ne fu parroco il grande Gorret,

Abbé Amé Gorret

per poi proseguire sul sentiero n. 7 che si inoltra nel bosco e si perviene a Fiery, 1878 m (luogo per me molto significativo, lì con i salesiani facevo in gioventù le prime vacanze in montagna). Da Fiery, o poco prima o dopo essere passati tra le case, si va destra e su sentiero si raggiunge l’ampio e spettacolare Pian di Verra Inferiore, a 2050 m. Lì ci si ricongiunge con la strada sterrata che sale anch’essa da Saint Jacques.

Oltrepassato il vasto pianoro si lascia a sinistra il sentiero per il Lago Blu e si continua sulla sterrata, si passa il ponte sulla destra e su strada, o sfruttando le scorciatoie che tagliano la sterrata, si arriva al Piano di Verra Superiore.

Pian di Verra Superiore

C’è un’indicazione a sinistra e si imbocca un sentiero che si inerpica ripido verso la sommità della morena.

Cartello

Dopo un bel tratto ci si porta sul filo della morena.

Morena

Si percorre quindi la bella morena, poi si attraversa un valloncello e si risale il ripido crinale fino al Rifugio Ottorino Mezzalama, posto a 3004 m, in ore 3,30 circa.

Rifugio Mezzalama

Dal rifugio si continua a sinistra dello stesso su sentiero e su terreno pietroso e ghiaioso, tipico delle morene.

Sopra il Mezzalama

Si percorre un tratto di sentiero segnato in giallo che raggiunge il Ghiacciaio di Verra e si attraversa il tratto inferiore, quasi in piano.

Attraversamento

Si attraversa il tratto inferiore e si risale la ripida pietraia con il sentiero, che è attrezzato nella parte terminale e si giunge al rifugio gestito dalle Guide della Val d’Ayas.

Ometto

Rifugio Guide d’Ayas

Il Rifugio Guide di Ayas si trova sulle Rocce di Lambronecca, a 3420 m, e si raggiunge in ore 1,15 circa dal Rifugio Mezzalama.

Entrata rifugio

Il mattino seguente ci si incorda e s’inizia il percorso sul Ghiacciaio di Verra, normalmente su traccia ben segnata,

si raggiunge un primo avvallamento e si supera una zona più crepacciata che porta verso il Colle di Verra, colle che non si tocca

Salendo al Polluce

Castore

perché a 3800 m circa si devia verso sinistra per portarsi all’attacco della rocciosa cresta Sud-Ovest.

Verso sinistra, foto presa al ritorno, cordata in discesa

Sulla cresta Sud-Ovest

Normalmente raggiunta la parte rocciosa, all’inizio sfasciumi, se non c’è troppa neve si tolgono i ramponi (valutare in loco) e si prosegue: dapprima la cresta risulta non difficile, occorre prestare attenzione ai segnali, che indicano il percorso, per non sbagliare.

Tratto roccioso

Si affrontano alcuni brevi tratti di facile arrampicata, 1° e 2° grado, e si giunge a un tratto attrezzato con catene che facilitano il passaggio di una liscia placca da destra verso sinistra e quindi di un profondo camino che porta a una selletta, 3° grado. Si supera quindi la parete a sinistra, sempre rocciosa, per raggiungere la spalla Sud-Ovest dove è presente una bella statua della Madonna a 3991 m.

Statua della Madonna

Lì si rimettono i ramponi

Pietro

e si percorre la breve cresta nevosa, alla fine affilata, che porta alla cima del Polluce, 4091 m, in circa 3 ore dal Rifugio Guide d’Ayas.

In vetta: Pietro, Mauro, Roberto e Davide, seminascosto

Sul Polluce

Ritorno

Lungo l’itinerario di salita, raggiunta la parte rocciosa si può attrezzare una corda doppia per la calata. Il ritorno è nel complesso molto lungo.

Discesa in doppia

Materiali: corda, piccozza, ramponi, meglio avere il casco.

About author

Roberto Gardino

Sono un insegnante di Educazione Fisica, appassionato di montagna, sempre alla scoperta di nuove mete. Ho fondato, con amici, la Compagnia della Cima. Sono attento all'educazione dei giovani, andando spesso in montagna con gruppi numerosi.

Cima di Pienasea

La salita alla Cima di Pienasea, da Chianale, è uno spettacolare susseguirsi di paesaggi alpini sul confine italo-francese. Verdi pendii, laghi multicolori, guglie rocciose, colli ...