Monte Rosso

  • Destinazione: Monte Rosso
  • Zona alpina: Alpi Pennine [sez. 9]
  • Gruppo montuoso: Catena Breithorn-Lyskamm [Alpi del Monte Rosa]
  • Regione: [IT] Valle d'Aosta
  • Valle: Val d'Ayas
  • Difficoltà: EE
  • Data: 19/08/2020
  • Traccia GPX: Non disponibile
  • Partenza: Laghi di Resy
  • Altitudine partenza: 2572
  • Altitudine arrivo: 3021
  • Dislivello: 449
  • Attacco percorso: dal lago più elevato
  • Esposizione: sud-ovest
  • Punti di appoggio:

Punto panoramico spettacolare sul massiccio del Monte Rosa è il Monte Rosso (di Verra), 3021 m; un dirupato costolone di rocce, salito dai Laghi di Resy, difficoltà EE. Si erge tra il Palon di Resy e la Punta Bettolina; in questo itinerario si fa riferimento al percorso dal lago superiore di Resy.

Monte Rosso

Accesso

Si percorre l’autostrada verso Aosta, si esce a Verrès e si risale tutta la Valle d’Ayas sino alla frazione di Saint-Jacques, dopo Champoluc; lì si parcheggia l’auto, se c’è posto nel piazzale.

Itinerario

(Itinerario classico) Dal parcheggio si supera la bella chiesetta, dove fu parroco l’Abbé Amé Gorret e a destra si segue la strada asfaltata, al termine inizia un sentiero, indicazioni per il Rifugio Guide Frachey, che risale il bosco intersecando diverse volte la strada poderale. Si perviene alle case di Raccard e a destra si continua  fino a Resy, 2072 m, dove c’è sia il Rifugio Ferraro sia il Rifugio Guide Frachey.

Poi si prende a destra  per la strada poderale per il Colle della Bettaforca, sentiero 9. Poco dopo il paese, a sinistra, c’è il bivio per il Palon di Resy,  si oltrepassa il canale di scolo e si perviene  al bosco, indicazioni  8C e 8D, per bosco e poi prati. Poco prima della cima del Palon di Resy seguire al bivio il sentiero 8D, a destra. E si prosegue poi in direzione della sella che unisce il Palon al Monte Rosso scendendo di poco nella sassosa zona dove ci sono i sette laghi dirigendosi al lago superiore.

(Breve cenno alla prima parte del nostro itinerario: essendo a Gressoney-Saint-Jean ci siamo recati a Stafal, e con la funivia/seggiovia al Colle di Bettaforca, 2872 m, poi abbiamo seguito il sentiero per il Rifugio Sella e scesi a sinistra, al Passo di Bettolina, 2905 m, nel vallone sottostante tra chine di detriti: grossi massi, pietrisco e radi tratti erbosi, fino alla zona dei laghi, percorso più breve, ma faticoso e da fare con attenzione.

Dario

Il ritorno l’abbiamo fatto salendo al Colle di Bettaforca, nel Vallone della Forca, lunga risalita. Meglio utilizzare il tratto di seggiovia, anche per la risalita).

Laghi di Resy

I Laghi di Resy (ben sette) si trovano nelle conche di antichi circhi glaciali creati durante l’ultimo periodo glaciale e posti su un substrato di rocce ofiolitiche, testimonianze di un antico fondale oceanico.

Lago

Itinerario dai Laghi di Resy

Si tenga conto del fatto che c’è un solo passaggio leggermente impegnativo e che valutando le condizioni si sceglie il percorso. Dal lago, posto più in alto, inizia la salita verso un crestone roccioso incombente su un canalone.

Salendo al Monte Rosso di Verra

Percorso di salita

La visuale si ampia, bello scorcio sulle Grandes Murailles con la Becca di Guin.

Becca di Guin

Dopo si incontra una placca, ampia e inclinata, la si risale centralmente.

Placche

Si sale in un tratto caratterizzato da grandi massi e placche rossastre e si giunge a una fascia di placche più articolate. Queste presentano buoni appigli e poco oltre si arriva alla base di un camino roccioso. Si supera per gradoni con alcuni passaggi di facile arrampicata (I+), non esposti e con buoni appigli.

Pendio di salita

Quindi si esce dal camino e si apre dinanzi l’ampio pendio finale, in questa parte ometti segnalano il percorso, non difficile tra rocce di varia grandezza e pietrisco. Si salgono gli ultimi metri su placchette ricoperte da sfasciumi e pietrisco.

Alla cima con il Monte Rosa sullo sfondo

Pian piano il panorama si allarga sul Rosa, il pendio tende a spianarsi e si raggiunge la piatta cima posta a 3021 m. Su di essa c’è anche un piccolo ricovero, solo i lati, fatto con pietre accatastate.

In cima

Monte Rosso

Dario e Roberto sul Monte Rosso

Visione spettacolare dalla cima del Monte Rosso di Verra, alcune foto cercano di darne un’idea. A sinistra domina la vista la Dent d’Hérens.

Dent d’Hérens

In lontananza il Polluce.

Polluce

E poi la bellissima costiera dei Lsykamm.

Lyskamm

Inoltre si distingue la Capanna Gnifetti che ricorda l’Abate Gnifetti.

Capanna Gnifetti

A sinistra nella foto la Punta Gnifetti  e a destra la Piramide Vincent e la Punta Giordani.

Piramide Vincent

Si vedono le montagne della dorsale orografica sinistra della Valle del Lys con la Punta dell’Uomo Storto, la Cima della Compagnia, il Corno Bianco.

La dorsale orografica destra della Valle del Lys

Ritorno

Per la via dell’andata.

Discesa dal Monte Rosso di Verra

Si vede il Pian di Verra inferiore.

Pian di Verra inferiore

Uno dei laghetti

Materiali: da escursionismo.

About author

Roberto Gardino

Sono un insegnante di Educazione Fisica, appassionato di montagna, sempre alla scoperta di nuove mete. Ho fondato, con amici, la Compagnia della Cima. Sono attento all'educazione dei giovani, andando spesso in montagna con gruppi numerosi.

Coste di Serena

Itinerario scialpinistico nella Valle di Serena, alternativo al noto colle, le Coste di Serena, da fare in condizioni di neve sicura. Itinerario Lasciata l’auto nell’ampio ...