Monte Roisetta

  • Destinazione: Monte Roisetta
  • Zona alpina: Alpi Pennine [sez. 9]
  • Gruppo montuoso: Costiera Tournalin-Zerbion [Alpi del Monte Rosa]
  • Regione: [IT] Valle d'Aosta
  • Valle: Valtournenche
  • Difficoltà: EE
  • Data: 26/08/2020
  • Traccia GPX: Non disponibile
  • Partenza: Cheneil
  • Altitudine partenza: 2008
  • Altitudine arrivo: 3334
  • Dislivello: 1326
  • Attacco percorso: frazione Cheneil sopra il parcheggio di Barmas
  • Esposizione: sud
  • Punti di appoggio: punti ristoro della frazione Cheneil

Il Monte Roisetta, 3334 m, situato sullo spartiacque tra la Valtournenche e la Val d’Ayas, è un 3000 la cui cima è facilmente accessibile grazie a sentieri ben tracciati e mai esposti dalla partenza alla sommità.

Dalla vetta il panorama è mozzafiato a 360° e comprende nelle immediate vicinanze il Cervino e il Gruppo del Monte Rosa con i Lyskamm, la Piramide Vincent … estendendosi alle principali catene delle Alpi Pennine, Graie, Cozie.

Accesso

Descriveremo qui l’accesso da Valtournenche (Cheneil).

Imboccata la fondovalle SR 46 della Valtournenche, poco dopo le frazioni Maen e Cretaz, seguire la deviazione verso destra in direzione di Cheneil. Al termine della strada asfaltata si trova un parcheggio con ascensore a dentiera che permette di evitare i primi 50 m di salita portandoci nella bella frazione di Cheneil (bar e ristoro).

Itinerario

Le paline segnaletiche forniscono indicazioni per le numerose mete raggiungibili dalla frazione. Su questo sito trovate anche la gita al Santuario di Clavalité.

Il sentiero che va imboccato e che percorreremo fino a metà percorso è il numero 26. Si risale il costone erboso della conca e si perviene alla base dell’incavo che ospita il rio Cheney, che viene prima guadato su roccioni e risalito con un buon strappo sino alla sommità, ove si apre una nuova conca verde.

Risalendo l’incavo del torrente Cheney

Si giunge dunque a una prima deviazione (paline, indicazioni su roccia) ove si deve imboccare il sentiero 29, che ci condurrà in cima, evitando dunque sia le deviazioni per il sentiero 26, che conduce alla Becca d’Aran, sia il 30 che incontreremo più avanti e che conduce ai Tournalin Petit e Grand.

Palina nella conca erbosa sopra il torrente Cheney

Vista sulla meta

Ultima deviazione verso la cima (29)

L’allungata cima del Monte Roisetta inizia a comparire sullo sfondo. Il sentiero si inerpica sino a una conca glaciale e il paesaggio inizia ad essere lunare, imponente e austero.

Conca Glaciale sotto la cima

Sulla nostra sinistra compare la meta, sormontata dalla croce. Il sentiero è ben visibile e risale prima una sella poi una salita finale su fine terreno detritico e senza difficoltà si arriva in vetta.

Ritorno

Per la stessa via di salita.

Michela in cima

Il Cervino dalla cima del Monte Roisetta

Materiali: normale attrezzatura da escursione in media montagna. Nel periodo estivo inoltrato non sono necessari ramponi e/o piccozza in quanto il tracciato descritto è interamente su sentiero terroso/detritico e non ci sono difficoltà alpinistiche.

About author

Fabio Aquilano

Lavoro in un'azienda che si occupa di Tecnologie della Rete. Ho scoperto la montagna a 12 anni, in gita al Col de Maurin, durante un campeggio in Valle Maira, portati dal parroco del paese. Ci sono tornato negli anni dell'università e da allora non ho più smesso. Collaboro alla redazione di questo sito insieme a Roby e gli amici con cui condivido amicizia e salite.

La realtà stupisce

Lac de Servaz ghiacciato nel Parco del Mont Avic in inverno, la realtà stupisce ancora.