Monte Giansana e Cima Settentrionale di Séiva dal Piano del Nivolet

  • Destinazione: Monte Giansana e Cima Settentrionale di Séiva
  • Zona alpina: Alpi Graie [sez. 7]
  • Gruppo montuoso: Gruppo Ciarforon-Punta Fourà [Alpi del Gran Paradiso]
  • Regione: [IT] Piemonte
  • Valle: Valle dell'Orco
  • Difficoltà: F
  • Data: 19/07/2021
  • Traccia GPX: Scarica
  • Partenza: Colle del Nivolet
  • Altitudine partenza: 2540
  • Altitudine arrivo: 3074
  • Dislivello: 534
  • Attacco percorso: sulla destra della strada
  • Esposizione: nord in cresta
  • Punti di appoggio: Rifugio Savoia

Dal Piano del Nivolet, un itinerario poco battuto al Monte Giansana e alla Cima Settentrionale di Séiva, fino ai 3075 m di quest’ultima cima con percorso di cresta e sotto cresta che richiede attenzione e con un ritorno fuori sentiero. Fanno parte del sottogruppo di Punta Fourà.

Monte Giansana e Cima Settentrionale di Séiva

Avvicinamento

Si percorre tutta la lunga Valle dell’Orco e si raggiunge il Colle del Nivolet a 2612 m; dopo si scende su un grande altopiano: il Piano del Nivolet, si supera il Rifugio Savoia e si prosegue fino a posteggiare l’auto prima della sbarra a 2540 m che impedisce di procedere oltre.

Itinerario

Si scende leggermente dalla strada a destra su sentiero che diventa poi mulattiera, n. 3, in leggera pendenza.

Scendendo dal Nivolet

Alle nostre spalle la Punta Basei con il suo ghiacciaio.

Punta Basei

Il piano è ricco d’acqua, si passa su passerelle e ponticelli.

Passerella

Prima di arrivare all’alpeggio del Gran Collet a 2403 m si vede un ometto su pietre accatastate e si segue una traccia a destra.

Ometto su pietre accatastate

La traccia porta sul sentiero n. 2a, a monte degli alpeggi e sale con tornanti in modo deciso.

Sguardo alla salita fatta

Si giunge quindi ad un bel pianoro da cui si scorge in lontananza il Gran Collet.

Colle del Gran Collet a sinistra e Monte Giansana a destra

Alcuni ometti individuano il Gran Collet, 2832 m.

Colle del Gran Collet

Dal colle apertura sulle costiera del Gran Paradiso, in bella evidenza la Tresenta.

Tresenta

Dal colle si prosegue a destra, si sale la dorsale sabbiosa per tracce di sentiero.

Dorsale sabbiosa

Noi abbiamo voltato decisamente verso destra mantenendo la quota con un giro abbastanza largo per poi attaccare decisamente la pietraia puntando ad un intaglio della cresta. Occorre fare attenzione al terreno un po’ instabile, grosse pietre accatastate.

Intaglio al centro

Dall’intaglio seguendo gli ometti o per cresta o sotto cresta verso nord (stando sul versante che guarda la Punta Violetta).

Per cresta o sotto cresta

Si prosegue fino al Monte Giansana, grosse pietre accatastate con un paletto posta a quota 3038 m. Fino a questo punto il percorso si può classificare EE. (Nella salita può trarre in inganno una “anticima” prima della punta vera e propria).

Monte Giansana

Roberto e Paolo, alle spalle il percorso da fare

Per la Cima Settentrionale di Séiva il percorso diventa alpinistico perché occorre individuare la via migliore stando in cresta o per lo più sotto cresta sul versante che guarda la Punta Violetta, e disarrampicare in alcuni punti. Occorre prestare attenzione nel percorso.

Tratto percorso in discesa

Si scende fino ad un colletto a 2987 m circa, per poi risalire l’ultima parte più erta stando più sul lato verso il Gran Paradiso.

Tratto percorso dal Monte Giansana

Quindi si raggiunge la Cima Settentrionale di Séiva posta a 3075 m.

Cima Settentrionale di Séiva

La punta è panoramica, si vedono: Herbetet, Piccolo Paradiso, Gran Paradiso, Il Roc, Tresenta, Ciarforon, Becca di Monciair, Denti del Broglio, Cima Meridionale di Séiva, Punta Fourà e molte altre ancora.

Ritorno

La prima parte è quella fatta all’andata fino al colletto.

Scendendo dalla Cima Settentrionale di Séiva

Dal colletto scendere sul versante ovest su detriti.

Discesa dal colletto su detriti

Poi si prosegue su zone prevalentemente erbose passando vicino a rocce montonate e trovando piccoli rivoli d’acqua, i Rii di Ferauda.

Cima settentrionale di Séiva e Punta Fourà

Il percorso ha degli avvallamenti ed infine si vede il Piano del Nivolet con il sentiero n. 3 che si raggiunge per risalire fino al punto di partenza.

Cime e percorso di discesa

Bella apertura sull’ardua Grivola bella: il racconto della salita è sul sito.

L’ardua Grivola bella


Total distance: 11305 m
Download file: Monte Giansana e Cima Settentrionale di Seiva.gpx

About author

Roberto Gardino

Sono un insegnante di Educazione Fisica, appassionato di montagna, sempre alla scoperta di nuove mete. Ho fondato, con amici, la Compagnia della Cima. Sono attento all'educazione dei giovani, andando spesso in montagna con gruppi numerosi.

La via di salita al Chateau Des Dames

Château des Dames

Salita da Avouil in Valtournenche per la ferrata di Vofrède e la cresta sud-est con il Castelletto Whymper al Château des Dames, 3488 m, lunga ...