La Valle dei Principi

  • Destinazione: Valle dei Principi
  • Zona alpina: Alpi Pennine [sez. 9]
  • Gruppo montuoso: Costiera del Corno Bianco [Alpi del Monte Rosa]
  • Regione: [IT] Valle d'Aosta
  • Valle: Valle del Lys (Valle di Gressoney)
  • Difficoltà: E
  • Data: 06/08/2021
  • Traccia GPX: Scarica
  • Partenza: Gressoney-Saint-Jean (Valdobbia Dessous)
  • Altitudine partenza: 1426
  • Altitudine arrivo: 2191
  • Dislivello: 765
  • Attacco percorso: dalla cappella votiva a Valdobbia Dessous
  • Esposizione: est
  • Punti di appoggio:

Una valle incantata sopra Gressoney-Saint-Jean: la Valle dei Principi, raggiunta salendo da località Valdobbia Dessous (Ondrò Verdebio) e salendo prima verso l’Ospizio Sottile e poi dall’Alpe Cialfrezzo Dessus. (Il punto di partenza e quello di arrivo in questo percorso sono diversi).

La Valle dei Principi

Accesso

Da Pont-Saint-Martin si percorre sulla strada regionale la Valle del Lys (Val di Gressoney) fino a Gressoney-Saint-Jean e nell’abitato, in località Valdobbia Dessous (Ondrò Verdebio), quando si incontra l’indicazione per Castel Savoia si svolta a sinistra e subito dopo a destra nella strada che costeggia il Lys; lì si parcheggia, sono presenti diversi posti auto.

Itinerario

Sulla strada regionale percorsa si trova un cartello indicatore che segnala la partenza del sentiero n. 11 per il Colle di Valdobbia, dove c’è il Rifugio Ospizio Sottile.

Indicazioni alla partenza a Gressoney

Il sentiero inizialmente sale fra le case, dove terminano di fianco ad una cappella votiva c’è una palina.

All’uscita dell’abitato

Ci si addentra nel bosco di larici su sentiero ben tracciato.

Sentiero nel bosco

Più avanti si incontra una nuova palina dopo la quale si svolta leggermente a sinistra. (A destra si può seguire il percorso classico per la Valle dei Principi, sentiero 11B).

Palina segnaletica, svolta a sinistra

Il sentiero ben curato sale deciso nel bosco a serpentine. Si raggiunge un valloncello che si risale passando sotto delle barriere paravalanghe; durante la salita belle aperture sul versante idrografico opposto.

Punto panoramico con Ulrico e Mariangela

Punta della Regina e Colle della Ranzola

Poi si continua a seguire il sentiero che va a sinistra sulla sponda del profondo vallone solcato dal torrente Valdobbia e si raggiunge l’Alpe Cialfrezzo  (Tschalvrétzò) a 1897 m; vicino all’alpeggio si nota un bel crocifisso in legno.

Alpe Cialfrezzo di sotto

Il crocifisso in legno

Si continua attraversando il torrente su un ponticello in legno. Quando si vede bene l’Alpe Cialfrezzo Dessus (2030 m) ci si sposta dal sentiero verso destra.

Alpe Cialfrezzo

Si traversa il ripiano erboso solcato da un rio e si attacca la zona boschiva (alberi abbastanza radi) su una traccia poco evidente.

Armando e Ulrico all’attacco della zona boschiva

Poi il terreno diventa prevalentemente pianeggiante e si riconduce al sentiero 11B.

Il terreno si appiana

Sentiero 11B

Si passa, salendo leggermente, vicino alla baita Scherpia Dessus.

Scherpia Dessus

Il sentiero poi percorre una spalla con un grande ripiano a destra.

Mentre a sinistra c’è un piccolo lago.

Laghetto nella Valle dei Principi

Elena, Armando, Ulrico, Mariangela e Roberto

Ritorno

Quindi si comincia a scendere nel pianoro più grande solcato dal rio, da dove entra nella valle si sale per la Punta Carestia o Corno Rosso, 2979 m.

Scendendo nel pianoro più grande

La valle per la ricchezza d’acqua è di un verde vivissimo anche d’agosto.

Valle dei Principi

Acqua purissima

E’ un continuo alternarsi di prato e acqua e il sentiero fa passare più volte il piccolo rio.

Alternarsi di prato e acqua

Il paesaggio è “fiabesco”.

Paesaggio fiabesco nella Valle dei Principi

Si scende per il sentiero 11A passando in prossimità di un alpeggio, Obre Hobéerg (da lì si può continuare sull’11A).

Per il sentiero 11A

Noi siamo andati dalla palina verso sinistra in diagonale, il sentiero scende decisamente; rispetto ad alcuni anni fa è stato risistemato e scende abbastanza vicino al Rio Horòbach. Si passa, scendendo, dalla Baita della Corna.

Discesa

La zona (Bosmatto) era stata interessata in basso da movimenti franosi e c’è un rilevatore posizionato per monitoraggio dei fenomeni franosi.

Stazione di segnalazione di movimenti franosi

Si arriva a Bielciuken passando vicino ad alcune case ed imboccando una strada sterrata.

Verso la Strada Regionale del Lys

Nel caso si sia parcheggiato vicino alla partenza si risale la Strada Regionale del Lys.

Materiali da escursionismo.


Total distance: 7123 m
Download file: 2021-08-08 074737__20210808_0747.gpx

About author

Roberto Gardino

Sono un insegnante di Educazione Fisica, appassionato di montagna, sempre alla scoperta di nuove mete. Ho fondato, con amici, la Compagnia della Cima. Sono attento all'educazione dei giovani, andando spesso in montagna con gruppi numerosi.