Ghicet di Sea

  • Destinazione: Ghicet di Sea
  • Zona alpina: Alpi Graie [sez. 7]
  • Gruppo montuoso: Gruppo Ciamarella-Mondrone  [Alpi di Lanzo e dell'Alta Moriana]
  • Regione: [IT] Piemonte
  • Valle: Val d'Ala
  • Difficoltà: E
  • Data: 25/10/2020
  • Traccia GPX: Scarica
  • Partenza: Pian della Mussa
  • Altitudine partenza: 1850
  • Altitudine arrivo: 2750
  • Dislivello: 900
  • Attacco percorso: deviazione dalla strada per il Rifugio Ciriè
  • Esposizione: nord prevalente
  • Punti di appoggio: Rifugio Ciriè

Escursione nella Val d’Ala, nelle Alpi Graie, dal Pian della Mussa al Ghicet di Sea, 2750 m, un valico verso il Vallone di Sea in Val Grande di Lanzo. (Da noi fatta in autunno).

Verso il Ghicet di Sea

Accesso

Si percorre tutta la Val d’Ala fino al Pian della Mussa, e si parcheggia al fondo dello stesso prima dell’ultimo tratto di salita per il Rifugio Ciriè.

Itinerario

Percorso un breve tratto su strada asfaltata, senza passare dal rifugio, si va prima a sinistra e si trova un cartello indicatore, dopo si prende il sentiero che sale verso nord.

Cartello alla partenza

Si segue il sentiero 226 e dopo essere passati sotto un grande masso si sale, con tornanti ripidi, la china erbosa. Successivamente si entra in una piccola valle incisa dal Rio della Ciamarella. Il percorso è sulla sinistra idrografica.

Salendo

Al termine si perviene a un’ampia conca, Pian Ciamarella, a 2100 metri. A sinistra si erge la Ciamarella e più a sud la Bessanese.

Vista sulla Ciamarella

Bessanese

Quindi si attraversa l’ampio pianoro puntando a una palina indicatrice posta al centro dello stesso.

Pian Ciamarella

Alle nostre spalle si impone la Croce Rossa.

Croce Rossa

La direzione del percorso è verso nord e si vede a sinistra l’anfiteatro formato dalle rocce meridionali dell’Albaron di Sea e dalle Lance della Ciamarella. Si passa vicino al Rio della Ciamarella.

Sentiero 226

Si sale un costone roccioso verso una evidente fascia rocciosa per poi dirigersi verso est.

Dorsale

Albaron di Sea

Si perviene quindi alla valletta che scende dalla nostra meta, il Ghicet di Sea, che si risale sulla sua destra orografica per zone prative e detritiche.

Pausa

Sentiero

Nella zona spesso si avvistano gli stambecchi.

Stambecco

Zona prativa

Si raggiunge l’intaglio del Ghicet di Sea a 2750 m. Volgendo decisamente a sinistra dopo un breve tratto si perviene a un bellissimo punto panoramico.

Ghicet di Sea

Dal punto panoramico

ampia visuale sulle montagne di Lanzo e non solo, vicina la Punta Rossa di Sea, 2908 m.

Punta Rossa di Sea

L’Uja di Mondrone, 2964 m,  ricorda la Gran Becca (il Cervino), così si è guadagnata l’appellativo di Cervino delle Valli di Lanzo.

Uja di Mondrone

La Cima Leitosa, 2866 m.

Cima Leitosa

La Becca di Monciair, il Ciarforon, la Tresenta e il Gran Paradiso.

Gran Paradiso

Roberto

Bel panorama sulla parte alta del Vallone di Sea, uno dei luoghi storici dell’arrampicata in Piemonte.

Vallone di Sea

Roberto, Giovanni, Roberto e Francesco

Ritorno

Per la via dell’andata.

Materiali da escursionismo.


']

About author

Roberto Gardino

Sono un insegnante di Educazione Fisica, appassionato di montagna, sempre alla scoperta di nuove mete. Ho fondato, con amici, la Compagnia della Cima. Sono attento all'educazione dei giovani, andando spesso in montagna con gruppi numerosi.

Pointe de Charbonnel

Un ghiacciaio a forma triangolare domina questa bella montagna, la Pointe de Charbonnel, cima più alta dell’Haute-Maurienne. Montagna posta interamente in territorio francese, Alpi Graie ...