Corno Vitello dalla Valle del Lys

  • Destinazione: Corno Vitello
  • Zona alpina: Alpi Pennine [sez. 9]
  • Gruppo montuoso: Costiera Testa Grigia-Frudiera [Alpi del Monte Rosa]
  • Regione: [IT] Valle d'Aosta
  • Valle: Valle del Lys (Valle di Gressoney)
  • Difficoltà: EE
  • Data: 22/08/2021
  • Traccia GPX: Scarica
  • Partenza: vicino località Castel
  • Altitudine partenza: 1530
  • Altitudine arrivo: 3057
  • Dislivello: 1527
  • Attacco percorso: dalla strada provinciale
  • Esposizione: varie
  • Punti di appoggio:

Salendo dalla Valle del Lys al Corno Vitello (Chalberhòre o Kalberhorn), 3057 m, caratteristica montagna posta sulla costiera intervalliva tra le Valli d’Ayas e del Lys, tra il Passo di Valfredda a sud e il Colle di Mascognaz, 2861 m, a nord. Percorso EE.

Corno Vitello

Accesso

Da Pont-Saint-Martin si percorre sulla strada regionale la Valle del Lys (Val di Gressoney), si supera Gressoney-Saint-Jean e poco dopo la deviazione per la località Castel si parcheggia, sulla sinistra, piccolo spazio per due parcheggi, altri più avanti sulla destra.

Itinerario

Si parte subito nel bosco, percorso che sale con decisione lungo il sentiero n 7. Dopo si tralascia la deviazione a destra, sentiero 7A, e si continua a salire.

Indicazioni

Poi per breve tratto il sentiero coincide con il Grande Sentiero Walser (GSW), che prosegue a mezza costa mentre il sentiero 7 prosegue verso l’alto. Al termine si perviene, uscendo dal bosco, ad una zona prativa con una baita.

Baita che si vede all’uscita del bosco

Quindi si continua in diagonale, in una zona di pascoli, passando sotto alcune baite. Siamo nella zona di Montil Dessous, 1953 m.

Sotto le baite

Si passa sopra Alpenzù grande, dove c’è il Rifugio Alpenzù.

Si passa sotto le baite

Dopo si entra nel bosco con un percorso a mezza costa e con modeste pendenze, lungo il sentiero 5A.

Sentiero 5A

Si entra poi nel Vallone del Torrente Valfredda e seguendo i segnali, alcuni rifatti di recente, si riprende a salire con decisione. In una radura erbosa spicca l’Alpe Valfredda, a 2478 m, posta su una dorsale tra l’Albetzbach e il Torrente Valfredda.

Alpe Valfredda, 2478 m

Dopo l’alpe si prosegue e si aggira una grande balza, passando a sinistra; zona di nevai residui e si vede il passo.

Verso il Passo di Valfredda (2807 m)

Quindi si raggiunge il Passo di Valfredda (Freidecoll), posto a 2807 m.

Passo di Valfredda

Il passo è sotto la Punta Valfredda (Freidòhòre) a 2944 m.

Punta Valfredda

Itinerario dal Passo di Valfredda

Dal colle si volge a destra e seguendo gli ometti, passando sotto il crinale all’inizio sul lato della Valle d’Ayas, si raggiunge un grande segnale circolare, a 2830 m, dove ci si congiunge al sentiero 5A che sale dal Rifugio Arp.

Incontro con il sentiero 5B

Rifugio Arp, 2446 m

Da qui si segue la traccia con un breve traverso e poi si riprende la cresta, che è ampia con poca erba.

Si impone alla vista la massiccia cima rocciosa del Corno Vitello.

Corno Vitello

Si scende al di sotto di un vero e proprio torrione dove spesso si trova un branco di stambecchi.

Torrione roccioso prima del Corno Vitello

Quindi si affronta la parete ovest del Vitello su sfasciumi instabili.

Versante ovest del Corno Vitello

Si sbuca sul crinale a poca distanza dalla vetta vera e propria.

Sulla cima del Corno vitello c’è un ampio basamento con una croce di legno.

Sul Corno Vitello

Nella foto Ulrico, Dario e Roberto con alle spalle la croce del Corno Vitello.

Ulrico, Dario e Roberto sul Corno Vitello

Bella vista sul vicino Corno Bussola e sulla Testa Grigia.

Corno Bussola

Ritorno

Per la via dell’andata.

Un evidente segnale in cresta

Vista sul percorso fatto dal Corno Vitello verso il Passo di Valfredda.

Dario guarda Ulrico con dietro il Corno Vitello

Dal passo si vede il piccolo lago che non si tocca nel percorso.

Lago sotto il Passo di Valfredda

Nella discesa si passa nuovamente dalla baita di Valfredda.

Baita di Valfredda

Alla fine della discesa, poco prima dell’arrivo, si vedono le baite ristrutturate di Castel.

Baite di Castel, vicino all’arrivo

Materiali da escursionismo.


Total distance: 12566 m
Download file: 2021-08-22 064426__20210822_0644.gpx

About author

Roberto Gardino

Sono un insegnante di Educazione Fisica, appassionato di montagna, sempre alla scoperta di nuove mete. Ho fondato, con amici, la Compagnia della Cima. Sono attento all'educazione dei giovani, andando spesso in montagna con gruppi numerosi.

Stupore

“È lo stupore che desta la domanda ultima dentro di noi: non una registrazione a freddo, ma meraviglia gravida di attrattiva”. (Luigi Giussani, Il senso ...