Cima del Gran Vallone

Cima del Gran Vallone
  • Destinazione: Cima del Gran Vallone
  • Zona alpina: Alpi Cozie [sez. 4]
  • Regione: [IT] Piemonte
  • Gruppo montuoso: Ambin
  • Valle: Stretta (Valle)
  • Difficoltà: F
  • Data: 18/07/2018
  • Traccia GPX: Non disponibile
  • Partenza: Rochemolles
  • Altitudine partenza: 1620
  • Altitudine arrivo: 3171
  • Dislivello: 1551
  • Attacco percorso: da Rochemolles, all'uscita del paese
  • Esposizione: prevalente sud
  • Punti di appoggio:

La Cima del Gran Vallone o Pointe de Paumort (Paura della morte) è la montagna più alta del sottogruppo del Frejus (Alpi Cozie). Importante nodo orografico alla testata di un ampio vallone, non visibile dal basso. Nella descrizione è anche compresa la salita alla Cima Gardiora.

Itinerario

La salita inizia da Rochemolles in Valle Stretta sopra Bardonecchia. Si lascia l’auto nel parcheggio fuori dell’abitato, si traversa un ponte, all’inizio c’è una palina segnaletica, per poi entrare nel piccolo paese.

Palina

 Si traversa il paese, lasciando a sinistra l’abitazione in foto. L’iniziale mulattiera parte da una bella fontana esagonale, dove si può fare rifornimento d’acqua (fresca e buona).

Rochemolles

Il primo lungo tratto è quello del Sentiero Balcone che da Rochemolles arriva al Passo di Roccia Verde, da 1620 a 2750 m e il tempo segnato è di 4 ore (tempo calcolato per il trekking). Link: http://www.sentierobalcone.it/

Si incontra dopo poco l’uscita dal paese una palina indicatrice.

Palina fuori del paese

Carta del percorso che sale al Passo di Roccia Verde e poi scende verso Pian delle Stelle e Bardonecchia.

Si prosegue sui fianchi di un dosso erboso salendo fino alla sommità. Si continua per tornanti su pendii erbosi, che salgono decisamente.

Nei pressi di alcuni alberi isolati si inizia un lungo traverso verso sinistra. Sotto una pianta di sorbo c’è una targa.

Traverso verso sinistra

Targa sotto il sorbo

Si giunge, dopo un lungo percorso, in prossimità di una cascata del torrente che scende dal Vallone di Paumort; il sentiero è stretto e strapiombante, prestare attenzione.

Cascata

Sul tornante è presente un breve tratto attrezzato.

Tratto attrezzato

Si perviene, dopo un percorso ripido e con tornanti, prima alla Grangia del Vallone e poi a 2397 m nell’ampio Vallone.

Gran Vallone

Si rimane stupiti dall’ampiezza del Vallone, non prevedibile prima. (Lo stupore fa gustare e conoscere di più ciò che si incontra fissandolo nella memoria).

Costiera della Cima del Gran Vallone

Proseguendo ci si avvicina al Passo di Roccia Verde.

Passo in vista

Si arriva al Passo di Roccia Verde a 2818 m, preceduto da una casermetta.

Passo di Roccia Verde

Il panorama si allarga verso la Francia e l’Italia.

Écrins

Écrins con il Pic Coolidge

Costiera della Tete de Pierre Muret

Dal passo inizia la parte  alpinistica su detriti e roccette (attenzione, tutto è friabile!), tenendo la cresta verso l’anticima e poi sulla cresta spartiacque verso la cima. Ci sono alcuni ometti che indicano il percorso; è perlopiù sconveniente spostarsi dalla cresta, soprattutto a destra ma anche a sinistra.

Cima del Gran vallone

Cresta verso la Cima del Gran Vallone

Ometto

Panoramica sulla cresta percorsa.

Cresta percorsa verso la Cima del Gran Vallone

Cima del Gran Vallone

Ultimo tratto alla Cima del Gran Vallone

In cima c’è un ometto e una scritta su una roccia, il tempo di salita dal Colle è di ore 1,15 circa.

Scritta sulla Cima del Gran Vallone

Bella visione a 360 gradi attestata dalla panoramica seguente.

Tempo di salita totale: ore 4,45.

Pierre Menue, 3505 m

Poi per cresta si può continuare fino alla Cima Gardiora, 3125 m. Circa 50 minuti.

Sono presenti alcuni passaggi un po’ più impegnativi, tenere preferibilmente la cresta, il versante verso la Francia è meno ripido, roccia friabile.

Verso la Cima Gardiora

Percorso verso la Cima Gardiora, 3125 m

Ometto sulla Cima Gardiora

Ritorno

Per la discesa valutare bene il percorso; noi siamo tornati al colletto precedente alla Cima Gardiora e su terreno di sfasciumi e terra siamo scesi decisamente (chiaramente è un percorso fuori traccia, prestare attenzione).

 

Terreno di sfasciumi

Nella foto si vede bene la discesa dal colletto prima della Gardiora.

Zona di discesa

Cime del Gran Vallone e Gardiora

Si prosegue superando avvallamenti su terreno erboso per poi ricongiungersi al sentiero di salita nel Vallone e da lì si scende fino a Rochemolles, discesa lunga.

A un certo punto si incontra un belvedere dove c’è una panchina fatta con un asse!

Belvedere sulla valle

Materiale: fino al colle materiale da escursionismo, per la cresta, se si vuole, può essere utile avere con sé il casco e una corda da 20 m con dei rinvii per sicurezza.

About author

Roberto Gardino

Sono un insegnante di Educazione Fisica, appassionato di montagna, sempre alla scoperta di nuove mete. Ho fondato, con amici, la Compagnia della Cima. Sono attento all'educazione dei giovani, andando spesso in montagna con gruppi numerosi.