Cima Ciantiplagna

  • Destinazione: Cima Ciantiplagna
  • Zona alpina: Alpi Cozie [sez. 4]
  • Gruppo montuoso: Gruppo dell'Orsiera [Alpi Cozie centrali o Alpi del Monginevro]
  • Regione: [IT] Piemonte
  • Valle: Valle di Susa
  • Difficoltà: EE
  • Data: 19/06/2020
  • Traccia GPX: Non disponibile
  • Partenza: prima delle Bergerie Soubeyrand
  • Altitudine partenza: 1650
  • Altitudine arrivo: 2849
  • Dislivello: 1199
  • Attacco percorso: poco prima delle Bergerie Soubeyrand sulla destra
  • Esposizione: sud
  • Punti di appoggio:

Sullo spartiacque Dora-Chisone, salendo dal Pian del Frais in Val di Susa, la Cima Ciantiplagna, 2849 m, è la punta più elevata della costiera dopo il Colle delle Finestre.

Cima Ciantiplagna

Accesso

Dalla Strada Statale 24, appena fuori Susa si prende la strada che sale al Pian del Frais. Dall’abitato, frazione del Comune di Chiomonte, in prossimità di un parco, passando vicino al parco a centro paese si prende la strada alla sinistra, via Valets, per girare successivamente a destra  su strada sterrata. Si passa sotto un segnale e ci si dirige verso le Bergerie Soubeyrand. Noi abbiamo lasciato l’auto ad un bivio ben prima delle bergerie.

Itinerario

Si segue la sterrata fino alle Bergerie Soubeyrand, a 1695 m, e poco prima di raggiungerle si devia a destra per un sentiero poco tracciato nel prato.

Verso l’Alpe Soubeyrand

Indicazioni prima delle Bergerie Soubeyrand

Quindi si sale nel bosco di conifere in direzione sud sul sentiero che a un certo punto attraversa un piccolo canale e giunge all’ampia conca prativa della Bergeria del Vallone, posta a 1910 m.

Bergeria del Vallone

Si percorre la conca e si segue a destra in leggera diagonale con salita decisa per vaghe tracce di sentiero, alcuni piccoli ometti.

Si raggiunge faticosamente la cresta e si incontra un bel sentiero, si gira a sinistra e si continua in mezzo al bosco.

Dopo un bel tratto si esce dal bosco e si continua in mezzo a rododendri; la traccia è meno evidente, si vede bene la meta.

Cima Ciantiplagna

Sul lato opposto della valle si vedono i Denti di Chiomonte.

Denti di Chiomonte

Ci si avvicina al Colle delle Vallette, che si raggiunge a 2551 m. Lì vicino c’è una costruzione parzialmente diroccata.

 

Colle delle Vallette

Vicino al colle passa la strada militare che si segue verso il fondovalle.

Strada militare

Bella vista sull’alta Val Chisone,

Alta Val Chisone

sul Monte Chaberton, con la sua famosa ferrata.

Monte Chaberton

Sulla strada a un certo punto si incontra un cippo e subito dopo a sinistra si segue un sentiero (due ometti ai lati dell’attacco).

Cippo che indica la distanza dal Forte di Fenestrelle

Si segue il sentiero che passando vicino alla cresta avvicina alla Cima Ciantiplagna.

Cima Ciantiplagna

Al termine si raggiunge la cima, dove c’è una croce e due piccole costruzioni del soccorso alpino.

Croce sulla Cima Ciantiplagna

Tempo impiegato dal punto in cui abbiamo parcheggiato l’auto: ore 3,10; il dislivello dalle bergerie è di 1154 m, noi abbiamo aggiunto una cinquantina di metri di dislivello partendo prima di esse.

Roberto e Giorgio in cima

Si vede bene il Forte di Fenestrelle.

Forte di Fenestrelle

Ritorno

Per la via dell’andata.

Materiali da escursionismo, conviene avere i bastoncini.

About author

Roberto Gardino

Sono un insegnante di Educazione Fisica, appassionato di montagna, sempre alla scoperta di nuove mete. Ho fondato, con amici, la Compagnia della Cima. Sono attento all'educazione dei giovani, andando spesso in montagna con gruppi numerosi.