Chersogno

Chersogno dal Monte Maniglia
  • Destinazione: Chersogno (Monte)
  • Zona alpina: Alpi Cozie [sez. 4]
  • Regione: [IT] Piemonte
  • Gruppo montuoso:
  • Valle: Maira (Valle)
  • Difficoltà: EE
  • Data: 15/07/2010
  • Traccia GPX: Non disponibile
  • Partenza: Grange Chiotti
  • Altitudine partenza: 2002
  • Altitudine arrivo: 3026
  • Dislivello: 1024
  • Attacco percorso: sentiero dietro Grange Chiotti
  • Esposizione: Nord
  • Punti di appoggio: Bivacco Bonfante

Il Chersogno è in Valle Maira, ben visibile dalla pianura cuneese ha la forma di un dente.

Accesso

Percorrere la strada che risale la Valle Maira, sino a Prazzo Inferiore e imboccare la strada asfaltata che percorre il vallone di San Michele per circa 6 km sino a borgata De Costanzi; un cartello proibisce l’accesso in auto ai non residenti.

Così  si deve percorrere a piedi uno sterrato di oltre 3 km fino alle Grange Chiotti, per scoprire che tutti quelli prima di voi sono arrivati in macchina risparmiando un’ora preziosa che pagherete negli ultimi 100 m di dislivello. Bellissimo il gruppo di baite ristrutturate; la dolce madonnina dei Chiotti (pilone ristrutturato a inizio borgata) veglia a protezione degli abitanti che furono, che sono e di tutti coloro che arriveranno in quest’angolo di paradiso.

Itinerario

Descrizione: aggirate Grange Chiotti (2002 m) risalendo lungo il sentiero che costeggia parete est del Chersogno. Il sentiero si inerpica con un secco strappo fino al Colle di Chiosso (2407 m), dove svolterete alla vostra sinistra addentrandovi nella suggestiva conca verde del Piano del Vallone; davanti a voi un anfiteatro simbolo di questa valle, con la Rocca Marchisa, la Rocca Gialeo ed il Pelvo d’Elva .

Un sentiero bordato da roccette disposte ordinatamente ai vostri lati vi accompagna nella conca, lo lasciate per il sentiero che, sulla vostra sinistra, stacca in direzione del canalone che culmina al Colle del Chersogno superiore (2880 m circa). Il canalone è una lunga pietraia faticosa in cui è bene porre attenzione soprattutto alla prima parte, molto franosa; giunti al colle salite alla vostra sinistra per una ventina di minuti lungo la china detritica della cresta sud-ovest, fino alla croce finale; dall’inizio alla fine il sentiero è largo e le tracce sono ben visibili; attenzione a dove mettete i piedi, però: alcuni punti sono un po’ esposti.

Ritorno

Per la via dell’andata.

Chersogno

About author

Fabio Aquilano

Lavoro in un'azienda che si occupa di Tecnologie della Rete. Ho scoperto la montagna a 12 anni, in gita al Col de Maurin, durante un campeggio in Valle Maira, portati dal parroco del paese. Ci sono tornato negli anni dell'università e da allora non ho più smesso. Collaboro alla redazione di questo sito insieme a Roby e gli amici con cui condivido amicizia e salite.

Monte Maniglia Compagnia della Cima

Monte Maniglia

Escursione al Monte Maniglia bella cima panoramica sullo spartiacque valli Varaita e Maira, salita da Sant’Anna di Bellino. Accesso Si raggiunge l’imbocco della Valle Varaita ...